Impegno Qualità Ambiente2017-10-27T10:41:10+00:00

Ogni anno dedichiamo all’Ambiente e alla Sicurezza (HSE)
oltre il 30% degli investimenti totali destinati all’impianto
di Manerbio, migliorando i processi e adeguando la tecnologia.

L’impegno per la qualità e l’ambiente.

L’impegno di Finchimica è testimoniato da oltre 40 anni di produzione
di intermedi di chimica fine e di dinitroaniline,
un mercato che ci vede oggi leader assoluto nel mondo occidentale
e fornitore esclusivo per gli Stati Uniti. L’approccio alla produzione
di qualità, in sicurezza, nel rispetto dell’ambiente nel quale viviamo
e nell’utilizzo efficiente delle risorse ci deriva dalla filosofia aziendale
da sempre applicata e sostenuta nel corso della nostra storia
industriale di produttori di queste molecole.

Ma il percorso che abbiamo fatto in questo mercato,
in termini di qualità del prodotto e affidabilità ambientale, coniugata
alla sostenibilità economica, è frutto di un profondo apprendimento
e di una gestione consapevole delle risorse.
Possiamo affermare con orgoglio che il nostro impianto di Manerbio
ha precorso i tempi, per standard di qualità e di sicurezza che hanno
anticipato le norme, allineandosi sempre alle migliori tecnologie
disponibili e alle richieste più severe del mercato, ma anche
garantendo la salubrità dell’ambiente di lavoro e la mancanza
di effetti sull’ambiente circostante mediante indagini effettuate
da fondazioni e parti terze leader nelle proprie attività.

Il concetto di miglioramento continuo, mutuato dai sistemi
di gestione aziendali, per Finchimica è autentica cultura di impresa
e responsabilità diffusa: da oltre 25 anni teniamo costantemente
monitorati centinaia di indicatori che ci permettono di migliorare
costantemente i nostri processi, le nostre performance di sicurezza,
quelle economiche, ambientali, di salute e qualità della vita
dei dipendenti, dell’habitat in cui lavorano e del territorio.

Le principali evidenze
della nostra politica ambientale.

In termini ambientali, controlliamo le prestazioni del nostro
impianto produttivo attraverso la valutazione di tre principali indici,
imponendoci degli obiettivi di miglioramento che vanno oltre
la normativa vigente:

Indice generale 1
Tiene conto del fatto che il consumo energetico
è direttamente correlato al riciclo dell’acqua.
Al crescere della capacità di riciclo, aumenta il consumo energetico,
ma il PRODOTTO dei due indici diminuisce.
Questo indice sintetizza appunto questa correlazione.

Indice generale 2
Prende in considerazione tutti gli indici, ad eccezione del consumo
energetico e idrico: pertanto emissioni in aria, reflui industriali
e scarichi in acqua.

Indice mediato dei consumi idrici
È l’indice relativo ai consumi di acqua calcolati come consumo
specifico parametrato alla produzione.

In termini di consumi energetici, le potenze impiegate
per la salvaguardia dell’ambiente (riduzione emissioni in aria,
riduzione consumi idrici, depurazione scarichi idrici)
corrispondono ad almeno 310 kW. In tale cifra vengono
considerate solo le potenze che restano in funzione
24 ore al giorno per 365 giorni l’anno.
Tutte queste potenze restano infatti sostanzialmente
in funzione anche quando gli impianti di produzione sono fermi
e corrispondono a un consumo energetico annuo pari a circa
il 28% sul consumo totale dello stabilimento.

La riduzione dei consumi di acqua, e quindi la salvaguardia
della falda idrica, viene raggiunta tramite numerose operazioni
di riciclo che, con pompe e torri di raffreddamento, permettono
di riutilizzare più volte l’acqua. In questo modo riduciamo
il prelievo a meno di un quarto del reale fabbisogno
dello stabilimento.

Già nel 2005 Finchimica ha predisposto la documentazione
per la richiesta dell’Autorizzazione Ambientale Integrata (AIA),
emessa dalla Regione Lombardia con decreto nel 2007.
Nel corso degli anni sono state effettuate numerose verifiche
ispettive dall’ARPA Lombardia
(l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente)
e dai rispettivi Dipartimenti Provinciali al nostro impianto
di Manerbio, con lo scopo di accertare
l’ottemperanza alle autorizzazioni.
Tali verifiche hanno sempre evidenziato il pieno rispetto
dell’AIA, riconoscendo la nostra attenzione alle tematiche
ambientali e il lungo percorso di monitoraggio delle prestazioni
del nostro stabilimento. Nel corso dell’ultima visita è stato evidenziata “… l’elevata
attenzione alle tematiche ambientali con un significativo percorso
iniziato prima dell’AIA”
; sono stati riscontrati inoltre
“…. elementi di miglioramento”, sottolineando “…. la lodevole
attività di riduzione delle emissioni e dei rifiuti a seguito
di recupero di sostanze aventi mercato”.